GiocoFederconsumatori sarà in prima linea contro le ludopatie e il controllo del gioco d’azzardo. Ha aderito infatti ad un complesso programma pensato da Regione Lombardia e Comune di Milano per predisporre e consolidare azioni di contrasto alla dipendenza da gioco d’azzardo. L’iniziativa si svilupperà attraverso 5 progetti.

Federconsumatori Milano sarà partner, assieme ad altre associazioni di consumatori, nel piano denominato “Milano no slot, Osserva e certifica” che mira a una mappatura dei luoghi sensibili per il gioco d’azzardo, individua aree di pericolosità ma anche risorse territoriali diffuse e si definisce come strumento importante e partecipato per consolidare reti di protezione sociale e per sensibilizzare gli esercenti a contrastare la facilità di accesso al gioco dei soggetti più vulnerabili.

“Detto questo – commenta il Presidente di Federconsumatori Lombardia, Gianmario Mocera, pure responsabile nazionale per il settore sanità di Federconsumatori – si deve riscontrare una dicotomia che crea perplessità. Da una parte le amministrazioni impegnate sul territorio come Regione e Comune che si sforzano di contrastare il fenomeno del gioco; dall’altro lo Stato che continua a lucrare su questa piaga sociale. In effetti – continua Mocera – nella legge di stabilità non è prevista nessuna nuova licenza per le slot machine, ma è vero che le licenze in scadenza per una serie di giochi non è che verranno eliminate per sempre, ma di nuovo messe a gara, invece di venire semplicemente prorogate. Lo Stato diffonde questa cosa come una vittoria – commenta Mocera –, spiegando che tutto ciò permetterà un incasso maggiore di 500 milioni di euro, ma io ritengo che siamo di fronte a una sconfitta. Il gioco va contrastato senza se e senza ma, perché settore fortemente rischioso per categorie deboli della società, come anziani e giovanissimi. Federconsumatori – conclude Mocera – è lieta di aver aderito ad un’iniziativa lungimirante e dal positivo impatto, come questa coordinata da Regione Lombardia e Comune di Milano”.